Smart working per le aziende all'età del Coronavirus

Smart working per le aziende all’età del coronavirus

In questi giorni stiamo seguendo le evoluzioni mediatiche e sanitarie sull’emergenza del Coronavirus.

Esiste un modo in cui le aziende stanno lavorando con lo Smart working all’età del coronavirus.

 

Non ci stiamo certamente scordando dell’importanza delle ordinanze e di come contribuire per il benessere generale.Tutti in casa, quindi, per seguire le corrette indicazioni date alla cittadinanza.

Le attività lavorative, comunque, stanno continuando ad essere svolte e mi piacerebbe approfondire questo tema, che ho avuto modo di descrivervi in ottica generale nell’articolo del Blog “Coronavirus: house working, punto di non ritorno?”.

Passato quasi un mese dalle nuove disposizioni, ma in che modo è stato ed è possibile lavorare da casa?

Come possiamo gestire lo smart working rimanendo produttivi?

La maggior parte delle persone che si trovano in questa situazione saranno probabilmente un po’ spaesate, non avendo mai fatto prima d’ora. Per me che creo strategie di comunicazione Social e Digital per e che mi trovo spesso a lavorare fuori casa e fuori ufficio, motivo per cui ho una scaletta di attività che possono essere svolte come se fossi in ufficio.

Il nostro lavoro, prevalentemente basato sul mondo social e digital, ce lo consente, in realtà, per natura.
Per questo motivo siamo già più abituati rispetto alla media delle persone.
Esistono però dei trucchi pratici, che mi piacerebbe condividere con voi.
Ecco quindi, una sorta di check list che potrà essere utile anche a voi per massimizzare la resa aziendale in questi giorni particolari.

Iniziate le vostre attività preparando una check list

Leggendo l’avanzamento dei lavori in programma da parte dei vostri colleghi e collaboratori sarete perennemente informati. Non lavorate come se voi foste degli automi, ma interfacciatevi con frequenza, direi anche di almeno due volte al giorno, per vedere come ci si muove nella totalità. In ogni caso, chiudete la settimana lavorativa con un incontro di team per valutare avanzamento dei lavori e stato d’animo globale. Lavorare con serenità è fondamentale per vedere risultati aziendali!

Organizzate bene il vostro lavoro

Lavorando da casa distrarsi è più facile. Per questo è consigliato preparare, una precisissima to do list, utile per capire le nuove attività da mettere in piedi o da svolgere nel breve, nel medio e nel lungo periodo. Una buona prassi è crearla durante la giornata lavorativa e organizzare con quale ordine affrontare le task annotate, in base alle scadenze, all’impegno richiesto e all’esigenza di essere in team con altre persone, insomma dando alle attività le giuste priorità.

Fissate appuntamenti telefonici o in Skypecall

Non potendo incontrare fisicamente i vostri clienti e consulenti è bene essere certi di avere a disposizione una buona rete internet e telefonica e di aver tutti i supporti del caso per videoconferenze o per la condivisione schermo del vostro lavoro.

Trattative telefoniche

Mai come in questo periodo sto osservando chiusura di importanti contratti o trattative commerciali, nonostante la distanza e la difficoltà fisica nell’essere vicini ai nostri interlocutori. La predisposizione all’ascolto, in realtà, è notevolmente cresciuta, per cui, è fondamentale essere presenti e sul pezzo per risolvere dubbi, alleggerire pratiche, proporre strategie che possono essere utili al cliente. Tutto dipende dalla nostra concentrazione e visione dell’obiettivo da raggiungere.

Commerciali

Certamente consigliato mantenere un contatto costante con i colleghi che si occupano di questa parte del lavoro, anche se a distanza, sia per condividere l’avanzamento delle trattative in corso sia per interfacciarsi con altre realtà e scambiare qualche parola extra contesto lavorativo.
Per fortuna la tecnologia oggi permette di essere costantemente in contatto ovunque ci si trovi. E una telefonata, oltre alle e-mail e alle chat, spesso può aiutare a fare la differenza.
Quindi ok a Skypecall e-mail di recap anche con loro!

Altro tassello da non sottovalutare è l’aggiornamento del team e la formazione

 

Formazione

Mai sottovalutare questa componente del nostro lavoro! Un team aggiornato, informato e formato sarà sempre pronto a rispondere alle eventuali richieste esterne e, di sicuro, consapevole e padrone del proprio know how! Organizzate momenti di formazione, chiedendo ai partecipanti non solo la presenza telefonica o video, ma anche piccole esercitazioni da condividere con il team. Se si cresce insieme, si va lontani!

Passerà, ogni limite cesserà. E anche questa emergenza!
Ma abbiamo adesso degli strumenti in più per continuare, nell’urgenza o no, le attività salienti e imprescindibili della nostra professione, quindi rimbocchiamoci le maniche che anche questo è il momento giusto!

Ti potrebbe interessare
Fatti trovare pronto: Partite Iva
Fatti trovare pronto: Partite Iva