Digital Coaching

Il caso Airbnb: come affrontare il mercato che cambia

In che termini Airbnb sta gestendo le trasformazioni del mercato attuale?

Airbnb, grande colosso nato a San Francisco otto anni fa, sta affrontando un vero e proprio cambiamento del mercato.
Ha dovuto rivedere le sue principali proposte, aggiungendo esperienze virtuali ed incentrando la piattaforma su affitti a lungo termine, oltre a dare il via ad iniziative benefiche.

I media hanno dato giustamente risalto al rapporto sulle attività in Italia presentato da Airbnb, la multinazionale che gestisce la nota piattaforma che consente l’affitto di stanze ed appartamenti privati per vacanze. Secondo questo report le cifre sono davvero importanti, a dimostrare che anche in Italia è cambiato l’approccio del settore turistico da quando, tra le varie proposte disponibili, abbiamo come opportunità le offerte di Airbnb. Parliamo di 3,6 milioni di arrivi soltanto nell’ultimo anno. Parliamo di un periodo complesso dal punto di vista turistico e di una nazione che, come molte altre in tutto il mondo, ha vissuto una emergenza sanitaria di enormi dimensioni e un appena cessato lockdown che indubbiamente sta modificando e compromettendo le normali scelte turistiche che, abitualmente, si fanno in questo periodo.

Il successo di Airbnb, oltre che nella qualità del servizio fornito dalla società ha le sue radici nell’avere intercettato una domanda che in modo molto preciso offre ospitalità, che si “nascondeva” nelle pieghe del patrimonio immobiliare degli italiani.

Il fenomeno Airbnb produce ricchezza e opportunità

Airbnb propone certamente un modello di business alternativo a quello tradizionale, ma il tentativo di farlo passare come un modello “buono” perché di “condivisione” del bene privato, crea confusioni concettuali che mi piacerebbe chiarire

Ciò a cui assistiamo è una condivisione di spazi dettata da motivazioni extra-economiche, ma la messa in campo di offerte last minute, rapide nella Conferma,
efficienti, dai prezzi ultra-competitivi potrebbe sollevare un dubbio legittimo.

Offerta sleale? Direi proprio di no!

Il mercato non la subisce certamente, perché Airbnb si sta comportando in maniera eccellente. Siamo purtroppo abituati ad essere tassati probabilmente a dismisura. In questo modo competere con aziende che applicano prezzi molto più bassi,che possono investire di più perchè hanno la possibilità di crescere, anche grazie ad una tassazione intelligente ci sembra pressoché impossibile. Ma non lo è!

Gli stati che hanno deciso di adeguare le tasse ad un livello che consente investimenti, assunzioni e margini per gli imprenditori, sono certamente il fiore all’occhiello per il settore.

Airbnb, nella sua genialità, ha anche provveduto a puntare sulla beneficenza facendo vedere che il bene condivisibile può esserlo anche a vantaggio della collettività, soprattutto durante il momento particolare che abbiamo vissuto negli ultimi mesi.

Per cui, ha dato la disponibilità di spazi per medici e infermieri durante l’emergenza Covid-19.

Un’opportunità per il personale ospedaliero di trovare un alloggio e per gli host Airbnb di mettersi a servizio di chi ogni giorno ha combattuto questa battaglia. Una idea utile e molto intelligente. Bravi!

Lascia un commento