Digital Coaching

Ambassador virtuali: quando il modello diventa digitale

I nuovi ambassador creati da AW Lab sono in tutto e per tutto “persone digitali”

Per il lancio della sua nuova collezione estiva VRL AW Lab, brand italiano nato circa un paio di anni fa ma già affermato nell’ambito dello street style, ha deciso di tracciare una strada del tutto nuova e ha “creato” per l’occasione due brand ambassador virtuali, due veri e propri avatar modellati ad arte e chiamati rispettivamente Avril e Rail V. per “giocare” sul nome della collezione stessa.

Al pari degli influencer digitali, recentemente apparsi sui social network, la creazione di questi due ambassador virtuali da parte di AW Lab è stata dettata da una necessità pratica: l’impossibilità di poter realizzare dei servizi fotografici tradizionali con professionisti e modelli a causa del Covid-19. Quelli che però abbiamo qui di fronte non sono semplici modelli tridimensionali, ma veri e propri personaggi con un background e delle caratteristiche uniche che rispecchiano il brand e il pubblico a cui si rivolgono.

Avril, ragazza di 18 anni bassista, fotografa e appassionata di skateboard, rappresenta la linea femminile ed è la personificazione di quello con cui il target di mercato (in questo caso le ragazze fra i 16 e i 26 anni) si identifica. Rail V. allo stesso modo è l’incarnazione della linea maschile, con il suo amore per i videogame, la passione per il basket e il suo lavoro come DJ. Questa scelta di voler dare vita a delle “persone” e non limitarsi all’estetica non è casuale, ma una precisa strategia di marketing a lungo termine in cui invece di cercare il modello perfetto per rappresentare il brand si preferisce “costruirlo”.

Nella sua dichiarazione Domenico Romano, direttore marketing di AW Lab  ha affermato che “Questi giorni di lockdown stanno cambiando radicalmente  le nostre abitudini, il nostro stile di vita, il nostro modo di vedere la realtà. Alla ripresa ritroveremo un mondo nuovo, con sentimenti, sogni, speranze e necessità differenti. Un mondo in cui spazio fisico e virtuale si fonderanno sia nelle esperienze di shopping che nella comunicazione verso la nostra community. Avril e Rail V. sono il volto di questo nuovo universo, i nuovi volti di AW LAB”

Non è la prima volta che vediamo dei “personaggi inventati” riscuotere un grande successo presso il pubblico (si pensi alla band virtuale dei Gorillaz), ma certamente questi nuovi ambassador rappresentano una scossa potente all’industria del marketing. Con un simile precedente non è difficile pensare che anche altri brand di moda potrebbero decidere di seguire l’esempio di AW Lab e creare i propri modelli virtuali, ponendo fine all’era dei modelli in carne ed ossa. Non possiamo sapere per certo quale sarà il futuro, di sicuro però la sfida è stata lanciata e vedremo come risponderà il mercato.

Lascia un commento